ALLEGATO V : direttiva macchine 2006/42/CE - Elenco indicativo dei componenti di sicurezza

The text in RED color is the amended or added text in comparison with the former 98/37/EC machinery directive.


ALLEGATO V : Elenco indicativo dei componenti di sicurezza di cui all'articolo 2, lettera c)

1. Ripari dei dispositivi amovibili di trasmissione meccanica.

2. Dispositivi di protezione per rilevare la presenza di persone.

3. Ripari mobili automatici interbloccati progettati per essere utilizzati come mezzi di sicurezza nelle macchine di cui ai punti 9, 10 e 11 dell'allegato IV.

4. Blocchi logici per assicurare funzioni di sicurezza.

5. Valvole dotate di mezzi ausiliari per il rilevamento di guasti destinate ad essere utilizzate per il comando dei movimenti pericolosi delle macchine.

6. Sistemi di estrazione per le emissioni delle macchine.

7. Ripari e dispositivi di protezione destinati a proteggere le persone esposte contro le parti mobili coinvolte nel processo di lavorazione delle macchine.

8. Dispositivi di controllo del carico e dei movimenti delle macchine per il sollevamento.

9. Sistemi di ritenzione per mantenere le persone sul sedile.

10. Dispositivi di arresto di emergenza.

11. Sistemi di scarico per evitare la formazione di cariche elettrostatiche potenzialmente pericolose.

12. Limitatori di energia e dispositivi di sicurezza citati ai punti 1.5.7, 3.4.7 e 4.1.2.6 dell'allegato I.

13. Sistemi e dispositivi destinati a ridurre l'emissione di rumore e di vibrazioni.

14. Strutture di protezione in caso di ribaltamento (ROPS).

15. Strutture di protezione contro la caduta di oggetti (FOPS).

16. Dispositivi di comando a due mani.

17. I componenti per macchine progettate per la salita e/o la discesa di persone da un piano all'altro e inclusi nel seguente elenco:

a) dispositivi di bloccaggio delle porte di piano;

b) dispositivi che impediscono la caduta dell'unità di carico o movimenti ascendenti incontrollati;

c) dispositivi di limitazione di velocità eccessiva;

d) ammortizzatori ad accumulazione di energia:

- a caratteristica non lineare, o

- con smorzamento del movimento di ritorno;

e) ammortizzatori a dissipazione di energia;

f) dispositivi di sicurezza su martinetti dei circuiti idraulici di potenza quando sono utilizzati come dispositivi paracadute;

g) dispositivi elettrici di sicurezza con funzione di interruttori di sicurezza con componenti elettronici.

Comment : A V-1

See Comment in Annex IV.

4. Logic units to ensure safety functions on machines

All logic blocks / logic unit are now part of the list of safety components. Products previously excluded (logical block for emergency stop for example) are now listed. The RfU (see below) must specify the list of covered products.

Original Comment : A V-1

Cf. Commentaire en annexe IV.

4. Blocs logiques assurant des fonctions de sécurité sur les machines

Tous les blocs logiques font désormais partie de la liste des composants de sécurité. Les produits qui étaient autrefois exclus (blocs logiques pour arrêt d’urgence) sont désormais cités. Les RfU (Cf. ci-après) devront préciser la liste des produits couverts.

Comment: A V-2

One way to update this Annex is done through Rfu - Recommendations for use - providing consensual issues that were discussed by the technical experts of notified bodies. These RfUs are adopted by Coordination of notified bodies, approved by the horizontal coordination committee reported and communicated to the working group "machines" for approval and then are published on the website of the European Commission. These sheets are not binding in law must be regarded as a reference to ensure uniform application of the "Machinery" Directive by the notified bodies. Safety components listed in Annex IV and V of the Machinery Directive must respect the decisions of those RfU.

Original Comment: A V-2

Un des moyens pour mettre à jour cette annexe se fait par le biais de Rfu – Recommendations for use - qui fournissent des réponses consensuelles aux questions qui ont été discutées par les experts techniques des organismes notifiés. Ces RfU sont adoptés par La coordination des organismes notifiés, approuvées par le comité horizontal de la coordination des organismes notifiés puis communiquées au groupe de travail «Machines» pour approbation, pour être ensuite publiées sur le site web de la Commission Européenne. Ces fiches qui ne sont pas contraignantes en droit doivent être considérées comme une référence permettant de garantir une application uniforme de la directive «Machines» par les organismes notifiés. Les composants de sécurité figurant dans les annexes IV et V de la directive machines se doivent de respecter les décisions de ces RfU.